Gli aggettivi

Il tondo pomodoro è rosso, come rossi sono i peperoncini piccanti. Arance, zucche e carote sono arancioni, ma gli aspri limoni sono gialli. I piselli e le dolci zucchine sono verdi, celeste è il cielo sotto il quale maturano. I piccoli mirtilli sono blu, viola sono le melanzane. I funghi buoni da mangiare son quasi tutti marroni. Sono neri o bianchi i tartufi che crescono sotto questa terra.

Le parole evidenziate nel testo sono aggettivi. Gli aggettivi sono parole che si aggiungono ad un nome per descrivere una sua qualità (aggettivi qualificativi) o per indicarlo meglio (aggettivi indicativi).

Genere e numero degli aggettivi

Gli aggettivi assumo il genere (maschile o femminile) ed il numero (singolare o plurale) del nome a cui si riferiscono. Pomodoro è un nome maschile e singolare, anche gli aggettivi tondo e rosso sono maschili e singolari.  Il nome limoni è maschile e plurale, anche l’aggettivo gialli è maschile e plurale.

Gli aggettivi maschili singolari che finiscono in –O al femminile singolare finiscono in -A, al plurale maschile finiscono in -I, al plurale femminile finiscono in -E:

Gli aggettivi maschili e femminili che al singolare finiscono in –E, al plurale finiscono sempre in –I:

Gli aggettivi maschili singolari che finiscono in –a non cambiano:

Gli aggettivi qualificativi

Gli aggettivi qualificativi sono aggettivi che dicono come è  la persona, l’animale o la cosa di cui parliamo. Ad esempio: grade, piccolo, alto, basso, buono, cattivo, magro, grasso, bello, brutto, felice, triste, sono aggettivi qualificativi. Sono aggettivi qualificativi anche aggettivi che indicano la nazionalità come italiano, nigeriano, bengalese, europeo, africano, asiatico.

Gli aggetivi indicativi

Gli aggettivi indicativi sono aggettivi che indicano il possesso, la posizione, la quantità, il numero della persona, dell’animale o della cosa a cui si riferiscono.

Gli aggettivi possessivi sono aggettivi indicativi che indicano il possesso di una persona, un animale o un oggetto.

Gli aggettivi dimostrativi sono aggettivi indicativi che indicano la posizione di una persona, un animale o una cosa rispetto a chi parla. Gli aggettivi dimostrativi sono questo, codesto e quello. Questo si usa per indicare qualcosa che è vicino, quello si usa per indicare qualcosa che è lontano, codesto si usava per indicare qualcosa lontano da chi parla, ma vicino a chi ascolta, nell’italiano moderno l’aggettivo codesto non si usa più.

Quello si usa con tutti i nomi maschili singolari che vogliono l’articolo LO. Quegli si usa con tutti i nomi maschili plurali che vogliono l’articolo GLI.

Gli aggettivi indefiniti sono aggettivi indicativi che indicano approssimativamente la quantità o la qualità di qualcosa. Sono aggettivi indefiniti:

ogni, ciascuno, qualunque, alcuno, poco, troppo, tutto, molto, tanto, nessuno…

Gli aggettivi numerali sono aggettivi indicativi che esprimono il concetto di numero. Gli aggettivi numerali si dividono in

  • cardinali: uno, due, tre, quattro…
  • ordinali: primo, secondo, terzo, quarto…
  • moltiplicativi: doppio, triplo, quadruplo…

Tra questi solo gli aggettivi numerali ordinali cambiamo genere e numero:

il primo, la seconda, i terzi, gli ultimi…

Se hai imparato bene ad usare gli aggettivi vai sulla pagina il grado dell’aggettivo per imparare ancora altre cose.