Roma

“Tutte le strade portano a Roma”

Roma è la capitale della Repubblica Italiana e il capoluogo della Regione Lazio.  É la città più popolosa d’Italia, conta poco meno di tre milioni abitanti.

Secondo la leggenda Roma fu fondata il 21 aprile del 753 a.C.; fu la capitale dell’Impero Romano e la prima grande metropoli della storia dell’umanità. Fu il luogo di origine della lingua latina. Il centro storico di Roma è il più esteso al mondo, raccoglie circa 3000 anni di storia ed è considerato un sito Patrimonio dell’Umanità.

La Basilica di San Pietro ed il Colonnato visti dal satellite

Roma è anche la capitale della cristianità cattolica. Al suo interno si trova lo Stato della Città del Vaticano, per questo motivo è spesso detta capitale di due Stati. Roma è chiamata anche l’Urbe, Caput Mundi e Città Eterna.

Roma si trova al centro della penisola italiana, sulla costa tirrenica. La città è attraversata dal fiume Tevere e, a nord, dal fiume Aniene suo affluente. Il Tevere nasce dagli Appennini e sfocia nel mar Tirreno, è il terzo fiume più lungo d’Italia.

Il fiume Tevere a Roma.

La parte più antica della città si trova tra sette colli: il Palatino, l’Aventino, il Campidoglio, il  Quirinale, il Viminale, L’Esquilino e il Celio. Il territorio della città è molto vasto ed include la campagna circostante. Roma è in assoluto la capitale europea con più aree verdi.

Lupa Capitolina: la lupa che allatta i gemelli Romolo (mitico fondatore di Roma) e Remo. Bronzo etrusco del V secolo a.C. (i gemelli sono un’aggiunta del XV secolo). Questa statua è il simbolo della città di Roma

Storia di Roma. La leggenda racconta che Roma fu fondata da Romolo, figlio del dio Marte e di Rea Silvia. Romolo fu il primo dei sette re di Roma che la tradizione ricorda. Nel 509 a.C. Roma diventa una repubblica oligarchica. Roma conquista l’intera penisola dopo continue guerre con le altre popolazioni italiche. Dopo le guerre puniche (264 a.C. – 146 a.C.), combattute contro la città di Cartagine, Roma diventa padrona del Mediterraneo.

Il Foro romano al tempo di Giulio Cesare

La dittatura di Caio Giulio Cesare mette fine alla repubblica. A Giulio Cesare, assassinato nel 44 a.C., succede l’imperatore Ottaviano Augusto. Nel secondo secolo, sotto il governo dell’imperatore Traiano, l’Impero Romano raggiunge la sua massima espansione.

Mappa dell’Impero Romano al culmine della sua estensione, sotto l’imperatore Traiano.

Con l’imperatore Teodosio il cristianesimo diventa la religione ufficiale. Alla morte di Teodosio (395), l’Impero Romano viene diviso in due parti: l’Impero Romano d’Occidente, con capitale Ravenna, e l’Impero Romano d’Oriente, con Capitale Costantinopoli.

L’impero Romano d’Occidente e l’Impero Romano d’Oriente

Roma perde la sua importanza politica e viene più volte saccheggiata dai Vandali e dai Visigoti. Con la deposizione di Romolo Augusto, 22 agosto 476, finisce l’Impero Romano d’Occidente ed inizia l’era medievale. Durante il medioevo Roma è governata dai papi e diventa capitale dello Stato Pontificio. La notte di Natale dell’800, nell’antica basilica di San Pietro, papa Leone III incorona Carlo Magno Imperatore del Sacro Romano Impero.  Roma diventa il centro religioso del nuovo Impero, ma è ormai una città in declino.

L’incoronazione di Carlo Magno

La rinascita di Roma si ha nel 16° secolo, i pontefici arricchiscono la città di numerosi monumenti ed opere di artisti. Nel 1626 viene inaugurata la nuova basilica di San Pietro in Vaticano. Nel 1798, Napoleone Bonaparte mette fine al potere papale e proclama la Repubblica Romana. I papi torneranno a governare Roma solo nel 1814 dopo il Congresso di Vienna.

Rudolf Wiegmann, San Pietro e Castel Sant’Angelo, 1834

Il 3 febbraio 1871, Roma viene annessa al Regno d’Italia di cui diventa capitale. Dopo la Prima Guerra Mondiale (1914 – 1918), Benito Mussolini instaura la dittatura fascista. Alla fine della Seconda Guerra Mondiale, dopo il referendum del 1946 che trasforma l’Italia da monarchia in repubblica, Roma diventa la capitale della Repubblica Italiana.

Il Monumento nazionale a Vittorio Emnuele II, detto Vittoriano

Milioni di turisti da tutto il mondo visitano Roma ogni anno. Il patrimonio artistico, storico ed architettonico della città è immenso. Ecco alcuni dei siti e monumenti più importanti.

Il Colosseo

Il monumento più famoso di Roma è l’Anfiteatro Flavio, conosciuto come Colosseo, è il più grande anfiteatro del mondo: può contenere fino a 75.000 persone.  La sua costruzione, voluta dall’imperatore Tito Flavio Vespasiano, iniziò nel 72 a.C., ma fu inaugurato solo nell’80 d.C dall’imperatore Tito. Nel Colosseo si svolgevano gli spettacoli dei gladiatori, rievocazioni di battaglie storiche e altre spettacoli del genere. Intorno al Colosseo si trova l’area archeologica del Palatino e dei Fori Imperiali

Foro Romano visto dal Palatino

Un altro celebre monumento della Roma antica è il Pantheon, il suo nome significa “tempio di tutti gli dei”. Fu fatto costruire all’architetto Marco Agrippa, originario di Arpino, tra il 27 e il 25 a.C. durante il regno di Augusto. Danneggiato da alcuni incedi, fu ricostruito dell’imperatore Adriano tra il 120 e il 124 d.C.

Il Pantheon

Particolarmente importante è la cupola del Patheon che misura circa 44 metri di diametro ed è perfettamente sferica. Per l’epoca, questa cupola, rappresentava un vero e proprio capolavoro di ingegneria. Oggi il Patheon è una chiesa. Al suo interno ci sono le tombe dei re d’Italia.

La cupola del Pantheon vista dall’interno

I resti della Roma medievale sono stati quasi tutti distrutti durante la dittatura fascista. Molto amati dai turisti sono i tanti monumenti (piazze, chiese, fontane, giardini) fatti costruire dai papi tra il 1600 e il 1800, come la famosa Piazza di Spagna.

Piazza di Spagna e la scalinata di Trinità dei Monti

Un’altra celebre piazza di Roma è Piazza Navona. Anticamente questa piazza era uno stadio per le corse. Si trova vicino al Pantheon e Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica.

Piazza Navona

Al centro della piazza si trova la Fontana dei Quattro Fiumi, opera di Gian Lorenzo Bernini costruita tra il 1648 e il 1651. Sulla fontana sono scolpite quattro grandi figure umane che rappresentano quattro fiumi: il Nilo, il Gange, il Danubio e il Rio della Plata. Ogni fiume simboleggia un continente. Questa fontana vuole significare il trionfo della Chiesa sulle quattro parti del globo.

Fontana dei Quattro Fiumi

Sono innumerevoli le chiese di Roma e le opere d’arte in esse contenute. La più importante è certamente la Basilica di San Pietro, la chiesa più importante di tutta la cristianità,  perché sede del papato.

Basilica di San Pietro

L’edificio attuale è opera di Michelangelo Buonarroti, mentre il colonnato che la circonda è opera del Bernini. All’interno della basilica si trova la statua de La Pietà, capolavoro di Michelangelo.

La Pietà di Michelangelo

All’interno della Città del Vaticano, a due passi da San Pietro, si trovano i Musei Vaticani .  Tra le molte opere d’arte che conservano, le più famose sono gli affreschi della Cappella Sistina, sempre opera di Michelangelo.

La creazione di Adamo, uno degli affreschi della Cappella Sistina opera di Michelangelo

Altre famose chiese di Roma sono le basiliche di San Giovanni in Laterano, di Santa Maria Maggiore e di San Paolo Fuori le Mura. Con San Pietro queste sono le quattro basiliche papali di Roma. Famosa è anche la chiesa di San Luigi dei Francesi, famosa perché qui si conservano tre importanti opere di Michelangelo Merisi, detto Caravaggio, uno dei più celebri pittori italiani di tutti i tempi.

Il Martirio di San Matteo (c. 1600 – 1601), olio su tela. Uno dei tre dipinti del Caravaggio conservato presso la chiesa di San Luigi dei Francesi nei pressi di Piazza Navona.

Poichè Roma si trova all’incirca al centro dell’Italia è facilmente raggiungibile da qulasiasi punto del territorio. Si può arrivare a Roma in auto, in treno o in aereo ed anche via mare, vista la breve distanza da porti di Civitavecchia.

I porti nei pressi di Roma

In città ci si può muovere in a piedi, in auto, in taxi, in bus, in tram o in metropolitana. Nella pagina Trasporti pubblici trovi una mappa dei trasporti pubblici di Roma e qualche consiglio su come arrivarci.